Filtro
  • 18 febbraio Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger

    Circ. int. n. 91
    OGGETTO: 18 febbraio - Giornata Mondiale
    della Sindrome di Asperger

    "Le persone Asperger sono computer Apple in un mondo di pc. Ma ogni essere umano ha una password di accesso: se la trovi, spesso scopri dei tesori"
    (Pietro Sermonti)

    Tutte le giornate come quella del 18 febbraio, ma anche l'ordinaria quotidianità
    devono rappresentare uno stimolo a ricercare la chiave di accesso alla ricchezza insita in ciascuno, nessuno escluso.
    E' un dovere per tutti.
    Per la scuola di più.


    IL DIRIGENTE SCOLASTICO
    Prof. Pietro Bacecchi

  • Avviso ai genitori future classi prime scuola secondaria di Ombriano

    Si comunica che entro lunedì 19 febbraio p.v. verrà affisso presso la Scuola Secondaria di I grado di Ombriano – via Rampazzini, 14 – l'elenco degli/delle alunni/e che, in base agli esiti della prova attitudinale tenutasi in data 8 febbraio u.s. sono stati ammessi alla frequenza della classe prima dell'indirizzo musicale per l'a.s. 2018/19, con l'indicazione del relativo strumento.
    Si rende altresì noto che i docenti di strumento saranno a disposizione dei genitori che volessero avere precisa informativa sulle modalità procedurali seguite e/o delucidazioni inerenti alla prova stessa nel pomeriggio di giovedì 22 febbraio 2018, alle ore 17.00, presso la scuola medesima.


    IL DIRIGENTE SCOLASTICO
    Prof. Pietro Bacecchi

  • Giornata Nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo

    Circ. int. n. 83
    OGGETTO: Giornata Nazionale contro bullismo e cyberbullismo

    "Ogni volta che la cronaca ci sbatte in faccia bande di nazistelli che picchiano ebrei o gruppi di ragazzi che sbertucciano un compagno troppo sensibile fino a indurlo al suicidio, mi domando in quale anno, in quale secolo siamo. (...) Se chiudo gli occhi, mi sembra di vederli sfilare al passo dell'oca: bulli, nazistelli, fanatici di ogni risma e colore. Avvinghiati alle loro patetiche certezze di cartapesta, al loro ridicolo senso del rispetto e dell'orgoglio tribale. Tanti Io deboli raggrumati in un Noi insulso. Li guardo e non mi fanno paura. Solo tanta pena. Spero che un giorno la vita li sorprenda davanti a uno specchio, costringendoli a vedere che siamo tutti sul medesimo albero. Anzi, che siamo l'albero, e chi dà fuoco a un ramo diverso dal proprio sta solo incendiando se stesso"
    (Massimo Gramellini)

    Siamo tutti sul medesimo albero e, come scrive Romano Battaglia, anche quando "i tronchi degli alberi sono separati, le radici si tengono strette le une alle altre e i rami in alto si intrecciano. Sono uniti a livello profondo ed a quello più elevato. Gli uomini dovrebbero essere come un'immensa foresta"

    IL DIRIGENTE SCOLASTICO
    Prof. Pietro Bacecchi

Ultime circolari